5 aprile 2017

Il Tallone Boomerang

Come ben sa chi mi legge, ho una vera passione per i calzini che si fanno da sé, non importa se si iniziano dalla punta del piede o dal bordo superiore, l'importante è che non si debba praticamente contare mai e che vengano belli, comodi, il più possibile simili a quelli che si acquistano.
E poi devono essere facilmente personalizzabili, righe, trecce disegni, buchini, tutto molto easy...
Va da sé che poi alla fine scelgo quasi sempre di farli al massimo a coste!
Una delle tante possibilità è il tallone Boomerang che è facilissimo da fare e secondo me viene molto bene. Basta avere sulla metà delle maglie lavorate un numero di maglie divisibili per tre più o meno. Se per esempio avete 30 maglie, allora chiaramente sarà 10+10+10 e il tallone si svilupperà intorno alle 10 centrali. Se però magari volete un tallone più profondo allora dividerete 11+8+11.
Semplice no?
Ecco il tallone, niente male vero?
In inglese lo trovate con il nome di "German Short Row Heel" perché richiede i ferri accorciati alla tedesca che sono a mio modesto parere i più comodi da eseguire e forniscono un risultato veramente eccellente senza mai lasciare buchi orrendi.
La rete è piena di magnifici tutorial per imparare, personalmente ho usato questo della bravissima Suzanne Bryan, è chiarissimo ed anche se non si sa l'inglese basta guardare ed il gioco è fatto:
Fatti i primi, per il figliolo dai lunghi piedi dalle lunghe gambe, con un filato un po' più spesso del solito e con dei ferri n°3 perché poi tanto lui li usa solo in casa al posto delle pantofole che non sa cosa siano, piena di entusiasmo ho riciclato gli avanzi e ne ho messi su un altro paio, ecco qua il primo.

Beh, che dire, non abbiamo più scuse, calzini a gogò, come se piovessero...

2 commenti:

  1. Concordo pienamente, la signora Susan spiega molto bene

    RispondiElimina
  2. Anche mia mamma fa questi lavori:-)
    Complimenti per il tuo lavoro! Un caro saluto dal mio hotel benessere Levico Terme:-) Giulia

    RispondiElimina