5 febbraio 2017

Ostinata - Ricamo per mano sola

Mio marito lo dice sempre, dice che sono ostinata come un mulo, come un toro, e credetemi, non lo dice per elogiarmi, anzi, della mia testardaggine lui vede solo il lato negativo e fastidioso.
Ma tant'è, essere testardi può essere molto utile.
In questo frangente per esempio, questo mese di mano e braccio destro inutilizzabili, essere una testarda mi ha aiutato a fare praticamente tutto da sola se si escludono il guidare l'auto ed ahimè, lo sferruzzare!
E quindi..... ho ricamato! Con la mano sinistra, inventandomi come separare i fili, tagliarli, infilare l'ago, tenere fermo il tamburo, una faticaccia....., una lentezza...., ma tanto i giorni dovevano pur trascorrere non credete?
Ecco qua, mancano ancora tutte le meline rosse sull'albero e tutti fiocchi di neve che scendono.
È il primo dei due schemi di Renato Parolin che compongono "Nel silenzio", un disegno che mi piace tantissimo perché riunisce alberi ed animali, due dei miei soggetti preferiti.
Oggi pomeriggio nevicava anche un pochino, l'atmosfera era quindi perfetta.
Venerdì mi tolgono il gesso, forse.

2 commenti:

  1. Testarda? Io direi fantastica donna ingegnosa e se testarda significa non starsene con le mani in mano a commiserarsi e frignare beh allora sì testarda è il complimento più adatto!

    RispondiElimina
  2. Grande Gabriela!!! Complimenti per il ricamo, perfetto direi. Un in bocca al lupo per Venerdì

    RispondiElimina